Press

Verdi: Messa da Requiem - Teatro Colón 2018

 

Maria José Siri ha esibito una voce di metallo di assoluta omogeità in tutta l'estensione, emissione libera, suono collocato molto bene, il che le ha permesso di affrontare la partitura senza difficoltà (inclusi i filati). Proiettata dal Rio de la Plata al Bayerische Staatsoper, alla Scala, la Deutsche Oper di Berlino, il Liceu e la Staatsoper di Vienna, il soprano uruguaiano ha anche mostrato un bel legato e un linguaggio di sicuro emotivo quando era necessario (“Libera me, Domina de morte aeterna”)
Carlos Ernesto Ure, La Prensa

“Per quanto riguarda i solisti, il soprano María José Siri, che gode di una celebre carriera all'estero, ha dato una prestazione eccezionale sotto tutti gli aspetti. Ha esibito un'eccellente gestione dei suoi mezzi vocali. La sua voce, vellutata e lussureggiante in tutta la sua estensione, era in mostra con un flusso sufficiente a superare il suono dell'orchestra e della massa corale. Queste qualità sono state combinate con un canto sicuro e pianissimi di notevole bellezza, che han dato come risultato una prova superba. "
Graciela Morgenstern, Asosacion de Criticos Musicales de Argentina

Ciascuno dei solisti ha contribuito con l'appropriato peso vocale e controllo, sia negli assoli che nei movimenti all'unisono come il sublime “Recordare” soprano/mezzosoprano di Maria José Siri e Maria Lujan Mirabelli.
Con il “Libera me” di Verdi è il soprano che ha l'ultima parola in questo lavoro e Maria José Siri insieme al coro lo ha portato ad un'intensa ma incerta conclusione. La preghiera per l'assoluzione viene inoltrata, ma verrà concessa?”
Jonathan Spencer Jones, Seen and heard International