Press

Il trittico - Teatro del Maggio Musicale Fiorentino 2019

 

„Maria Josè Siri era un’ottima, incisiva e convincente Giorgetta nel Tabarro (…)“
Elisabetta Torselli, Il giornale della musica
 
„(…) Maria José Siri, come sempre soprano di ottime qualità vocali, per rotondità, estensione, sfumature, e di ammirevole sensibilità d’interprete, in grado di temperare certe crudezze del personaggio di Giorgetta a favore di un ritratto fortemente femminile e piagato dal rimpianto, come di regalare ad Angelica, oltre alla dolcezza, profonda dignità e temperamento.“
Davide Annachini, L'Opera

„Messe in scena da Denis Krief, le prime due opere erano anche unite da Maria José Siri, che ha interpretato Giorgetta, la giovane e repressa moglie del padrone della chiatta ne Il tabarro, prima di coprirsi la testa con il velo della protagonista di Suor Angelica. Civettuola nella prima ed estremamente commovente nella seconda, trasudava calore con la sua presenza scenica e metteva in luce una voce senza traccia di sforzo alcuno nell'intonazione e nel volume.“
Harry Cochrane, The Florentine
 
„Maria José Siri calca ancora una volta la scena come personaggio principale asservendo in modo più che soddisfacente il proprio timbro a un ruolo tutt’altro che semplice, quale quello di Suor Angelica; (…). Maria José Siri dipinge una Giorgetta padrona del palcoscenico incarnando validamente il senso di colpa del suo personaggio per il tradimento nei confronti del marito, e la sua impossibilità a rinunciare ai suoi sentimenti per Luigi. Il soprano uruguayano è caratterizzato da un timbro interessante, ben proiettato (…)“
Irene Colantoni, Teatri Online

„Tanto importante e smaltata nel canto quanto comunicativa e genuina nel porgere, Maria José Siri domina lo spettacolo come Giorgetta e Suor Angelica.“

Francesco Lora, L'Ape Musicale
 
„Il difficile cimento con Giorgetta e Angelica la vede comunque uscire vincente e non soltanto per la solidità vocale che mette in mostra arrivando indenne al termine della seconda opera con invidiabile sicurezza (compresi gli scabrosi do da emettere di forza), ma anche per una scelta interpretativa convincente per entrambi i personaggi, i cui caratteri sono resi con la finezza del fraseggio e con accenti sobri, in linea con la direzione.“
Fabrizio Moschini, OperaClick
 
„María José Siri affronta con successo i due impegnativi ruoli di Giorgetta e Suor Angelica (…)“
Valentina Tortolini, Il reporter

„Infine, le due eroine della serata sono state affidate al soprano uruguaiano María José Siri: Angelica emozionante e di buon livello, è soprattutto nel ruolo di Giorgetta che brilla delle sue grandi qualità, con uno strumento abilmente impiegato (leggere le nostre croniche di Madama Butterfly, Attila e del Requiem di Verdi a Berlino e al Festival di Bregenz).“
Katy Oberlé, Anaclase
 
„Tra le voci, si è ascoltata ottima quella di Anna Maria Chiuri, ma all’altezza sono state anche quelle di Maria José Siri, Angelo Villari e Franco Vassallo (…). La musica concentrata nel tempo rende particolarmente commovente il dramma della madre separata a forza dal figlio che apprende la di lui morte. Qui, Maria José Siri riveste la parte Suor Angelica di accenti che ne scavano ed esprimono molto bene il dolore. “Senza mamma, bimbo, tu sei morto.” 

N.N., Otto Toeni
 
„Nel cast Maria José Siri (frequentatrice assai spesso del teatro di Puccini) è stata Giorgetta nel Tabarro e la protagonista di Suor Angelica…
È una cantante che ci crede, e che tecnicamente ce la fa, e assai bene…
Vederla è un piacere di immedesimazione e di soluzioni adeguate (…)“
N.N., Matavitatau