Press

Concerto - Théatre des Champs-Élysées, Paris 2018

 

"Debutto di grande successo a Parigi per Maria José Siri con Gregory Kunde al TCE
Maria José Siri debutta in Francia al Théâtre des Champs-Élysées in un recital verdiano con Gregory Kunde e l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna. Una serata finita con un’ovazione.
... i suoi acuti ... sono impressionanti, trionfanti (su "Pace mio Dio" dalla  Forza del destino, Siri inizia con un infrangibile filo di voce che si espande fino a riempire il teatro e a suscitare un'ovazione). Soprattutto quando questi acuti, questa voce e questo recital sono sostenuti, dall'inizio alla fine, dalle impressionanti risonanze gravi della cantante. Tutte le note sono ben ancorate e anche quando l'uso (e abuso) di scatti verso il registro grave, Siri non affonda verso la voce di petto, ma usa i suoi risonatori, conservando la sua rotondità fino alle sue vette. Tanto più che sorvola sempre sopra al volume dell'orchestra (che può quindi lasciarsi trasportare in slanci naturali fortissimi).
“Pur ti riveggo, mia dolce Aida "canta Kunde a Siri, canta Radames a Aida. Sicuramente il pubblico si augurerebbe di poter dire altrettanto e di rivedere in Francia un'artista che ha debuttato in loco con tanto successo, lei che canta in Germania, Argentina, Austria, Belgio, Spagna, Italia, Giappone, Monaco, Svizzera, ma non in Francia. Lei che spesso canta "Un dì bel, vedremo" da Madame Butterfly (“un bel giorno la rivedremo”)
Charles Arden, Olyrix

"Ma non è solo il programma che ha fascino! A livello di fascino, è Maria Jose Siri che vince a pieni voti. Il soprano uruguaiano ci ha affascinato fin dall'inizio dello spettacolo e ci ha tenuti in suo potere, completamente stregati fino alla fine. Va detto che la sua voce è bella, chiara e pura ei suoi duetti con il tenore Gregory Kunde hanno enfatizzato ancor più la potenza vocale di Maria Jose Siri (…) Quindi abbiamo avuto dei bei duetti equilibrati quando hanno cantato insieme. Anche la loro esibizione solista è stata ammirevole, ovviamente! "
R42 Culture Gourmand